Storie pazzesche (19/06/2017)

Venerdì  23 giugno ore 21.30
A casa di Paolo, Via Sangervasio, 34 – Bagnacavallo
E' necessario prenotare dopo le 18 o per messaggio SMS o whatsapp specificando la data, il nome e il numero di persone: Ilaria: 333 155 2175 - Giulia: 334 1978261

Storie pazzesche, r
egia d Damián Szifron

Un uomo decide di vendicarsi di tutti quelli che gli hanno fatto del male riunendoli in un luogo improbabile; un gangster capita per caso nel diner dove lavora la figlia di una delle sue vittime; un diverbio fra automobilisti si trasforma in un massacro grandguignolesco; un ingegnere vessato dalle multe trova il modo di vendicarsi; un incidente automobilistico dà il via ad una gara fra avvoltoi; un matrimonio da favola sfocia in un'escalation di insulti e ricatti.
Storie pazzesche è un buon esempio del lato commerciale (ma non privo di cura registica) del nuovo cinema argentino e riflette sui mostri della modernità lasciandosi dietro un retrogusto amaro. L'imprinting della commedia all'italiana è fortissimo, ma rispetto ai film comici a episodi prodotti in Italia in tempi recenti Storie pazzesche rimane saldamente agganciata alla realtà del paese che racconta, e tanto i dialoghi quanto le svolte narrative mantengono un occhio alla contemporaneità e un orecchio al vero modo di esprimersi della gente.

Una commedia nera a episodi che, giocando con i toni del grottesco, dell'esagerazione e del paradosso, mette alla berlina le piccole e grandi meschinerie, sopraffazioni, menzogne e violenze della nostra società.
Se questa descrizione vi ricorda qualcosa, è perché nella gloriosa tradizione della commedia all'italiana la formula in questione ha riscosso grande successo. In Italia, di film così, non se ne fanno più; o, se si fanno, crollano schiacciati e polverizzati dal confronto con i loro modelli.