Andare per nebbie

Come si fa a scaldare l’inverno della Bassa Romagna?

Come si fa a scaldare l’inverno della Bassa Romagna?


Suono alla porta. Fuori c'è una nebbia che faccio fatica a trovare la strada con i piedi.
Stasera la nebbia ci da sotto.
“Dai, accendi il camino, che ci facciamo un'"Andare per nebbie.”
Che cosa?
Chenesoio?
Appena in casa inizia a cantare canzoni così struggenti da farci piangere, poi ha cominciato a raccontare cose strane da ubriacarci di risate, e così ho smaltito quella solitudine della nebbia che me la sentivo dentro, nella pancia.

Primola ha raccolto la nebbia di novembre, l'ha imbottigliata e mischiata in un ciclo di 12 appuntamenti, da gennaio a marzo 2016, a Cotignola, e così è nato "Andare per nebbie".
Musica, arte, cultura nel Teatro Binario, nella Scuola Arti e Mestieri, nel Circolo Campagnolo e in alcune case che si aprono a tutti per una sera.

Sono serate di pancia e di spirito immaginate nelle spontaneità delle relazioni, come l'arte e le storie, arricchite con la convivialità.
Serate affabulatorie musicali.

Sono tutte ad offerta libera: chi vuole può portare qualcosa da bere o da mangiare, da condividere con tutti al termine degli spettacoli.
Ma abbiamo bisogno anche del vostro affetto in tessera.

Per info e prenotazione:

349 3523188.
info@primolacotignola.it
facebook: 

  • "Primola Cotignola"
  • "Arena delle balle di paglia"


  • "Andar per nebbie"  è stata realizzata con il patrocinio e il contributo del Comune di Cotignola,
  • in collaborazione con:
  • la Scuola Arti e Mestieri di Cotignola 
  • Coop Alleanza 3.0
     
  • e con il contributo di:
  • BCC - Credito cooperativo ravennate e imolese
  • Cofra - Conad di Cotignola
  • Conad Superstore di Bagnacavallo. 
Ecco il treno Giacomo Toni, al Binario

Ecco il treno Giacomo Toni, al Binario

Giacomo Toni Mercoledì 13 gennaio alle 21.30 al Teatro Binario.

Lo abbiamo ascoltato tra le balle di paglia dell’Arena, ma Giacomo ha ancora tante cose da raccontarci.
Irriverente, sarcastico e travolgente, con il suo pianoforte ci trascinerà in una dimensione che mette a nudo l’umanità: un omaggio “al Peggiore”.

Nella rassegna stampa del suo sito  il ritratto di un giornalista ce lo racconta così:
"La musica di Giacomo Toni è un vortice di frasi ripetitive e taglienti, cantate dopo aver schiarito la voce ed aver fumato così tante sigarette da non curarsi più di smettere. Nostalgico ma sincero fino ad un cinismo che sconfina nell'euforia - sua e degli strumenti contagiati da una lucida sbronza collettiva in "Hotel Nord Est".

"Giacomo Toni canta senza riserve e mezzi termini, fra ritmi lenti che si alternano a quelli più sfrenati fino allo sfinimento, consapevole del fatto che nessuno lo criticherà di certo per aver preso una nota sbilenca con la voce, perché concentrato piuttosto nell'ascoltare i suoi testi metaforici e visionari."
Un romagnolo tra Iannacci e Piero Ciampi.

La serata è a ingresso libero. Ma se c'è un offerta è meglio.

Per info e prenotazione:
349 3523188.
info@primolacotignola.it

"Buona la prima", Campagnolo 18 gennaio



Lunedì 18 gennaio alle 19
Circolo Campagnolo, in via Roma 46, insieme ai Daràn, che presenteranno il loro album d’esordio “Buona la prima”. Musica "prodotta" nel Circolo campagnolo.

Una notte di festa insieme alla Scuola di danza condotta da Serena Bezzi.
Al Campagnolo si potrà anche mangiare e bere qualcosa prima, durante e dopo il concerto.

Per info e prenotazione:
349 3523188.
info@primolacotignola.it

Francobeat in via Zanzi,  21 gennaio

Francobeat in via Zanzi, 21 gennaio



Giovedì 21 gennaio
21.30 primo appuntamento nelle case: ci si ritroverà sotto il tetto di Miriam, Ilva e Mario, in via Zanzi 28, per il concerto di Francobeat, con Franco Naddei (synth, voce e chitarra) e Silvia Valtieri (voce e pianoforte).

Così descrive la serata Mario Baldini: "Nostra figlia è nata con la caduta del muro di Berlino. Io e Ilva siamo nati nella beat generation. A casa nostra c’è un pianoforte, un camino che qualche volta brucia e quella voglia di incontrare storie. Francobeat è un musicista che vede beat. Lui, però, se lo immagina solo, perché era appena nato. Insieme a Silvia ci farà ascoltare le parole di Gianni Rodari, poi 'Radici', musiche con i testi di pazienti del manicomio del Castello di San Savino Montecolombo. Casa nostra è un po’ un manicomio di gusti e generi diversi.
Ci piace vivere così".

Info e prenotazione
366 3734214
info@primolacotignola.it

Nella scuola Arte e Mestieri, Farnedi e Lolli

Nella scuola Arte e Mestieri, Farnedi e Lolli




Giovedì 28 gennaio alle 21.30
la Scuola Arti e Mestieri, in via Cairoli 3: tra le maschere e i colori della cartapesta, diventa la sala di musica di Enrico Farnedi e Riccardo Lolli, novant’anni in due, e faranno finta di essere giovani.

In un ambiente così suggestivo, il concerto può prendere tutte le pieghe, dal pianto all’allegria, a suon di ukulele, tastiere e la “kalimba”, uno strumento che - dicono - serve per allontanare i cattivi pensieri.
 
Per info e prenotazione:
349 3523188.
info@primolacotignola.it