Romagna slang e a Trebbo con Shakespeare (25/07/2020)

Romagna slang e a Trebbo con Shakespeare

...e le balle arrivano in piazza

mercoledì 18 Agosto ore 21 piazza di Cotignola

ore 21 Romagna slang In rumagnôl u s dis...": La lingua romagnola, la sua storia e i modi di dire più tipici della tradizione dialettale...
con Alfonso Nadiani e gli autori della Friedrich Schür.

21,30 A Trebbo con Shakespeare
con Denis Campitelli
Il teatro dei contadini. Racconta degli spiriti di Amleto, Romeo e Giulietta e Otello.
È Shakespeare. Riscritto da poveri contadini, rigorosamente in dialetto romagnolo.

“Trebbo” deriva della parola dialettale “Trebb”, che significa incontro, ritrovo, veglia con amici.
In Romagna, fino a qualche anno fa, questi incontri avvenivano nelle stalle dove, nelle lunghe e gelide notti d’inverno, uomini, donne e bambini si trovavano per raccontarsi storie attorno al lume di una lanterna.

Sembra che le storie più raccontate, divertenti e inquietanti allo stesso tempo, fossero quelle in cui si parlava di spiriti. La gente era convinta che di notte si potesse “vedere” e “sentire”...
Ed ecco che ai giorni nostri, nel ristrutturare una vecchia casa colonica, proprio in un anfratto del muro di una stalla, viene ritrovato un antico manoscritto.